Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

COVID-19 (nuovo coronavirus). Misure restrittive all’ingresso in Kazakhstan e Kyrgyzstan.

Data:

24/02/2020


COVID-19 (nuovo coronavirus). Misure restrittive all’ingresso in Kazakhstan e Kyrgyzstan.

 

A) SITUAZIONE IN KAZAKHSTAN

B) SITUAZIONE IN KYRGYZSTAN

C) AGGIORNAMENTI SULLA SITUAZIONE IN ITALIA E NEL MONDO

 

A) SITUAZIONE IN KAZAKHSTAN (ultimo aggiornamento 03/07/2020)

1. A causa del peggioramento della situazione epidemiologica nel Paese, le autorita' kazake hanno deciso di adottare nuove misure restrittive alla circolazione, all'esercizio delle attivita' economiche e allo svolgimento di eventi sociali pubblici e privati, a partire dal prossimo 5 luglio 2020 e per la durata di almeno 2 settimane. Per un elenco completo (in lingua russa e italiana) delle misure adottate  e' possibile consultare il documento allegato.

2 E' sospesa a partire dal 17 aprile 2020 e fino al 1 novembre 2020 la norma che consentiva ai cittadini di 57 Paesi, compresa l’Italia, di poter fare il proprio ingresso in Kazakhstan e soggiornarvi fino a un massimo di 30 giorni senza obbligo di visto. E' quindi di fatto ripristinato, per il periodo in questione, l'obbligo di visto per l'ingresso nel Paese a qualsiasi titolo.

Inoltre risulta partıcolarmente restrittiva  la prassi  kazaka in materia di ingresso  di cittadini stranieri nel Paese, anche se muniti di titolo di ingresso e soggiorno emesso precedentemente al 17 aprile 2020. In particolare. attualmente risulta di fatto consentito l'ingresso nel Paese solo per le seguenti categorie di viaggiatori di cittadinanza italiana: possessori di visto e permesso di soggiorno diplomatico; equipaggi di aeromobili  diretti in Kazakhstan e personale ferroviario di treni diretti in Kazakhstan, autotrasportatori diretti verso il Paese; familiari di cittadini kazaki residenti nel Paese (previa presentazione di idonea certificazione attestante il grado di parentela); titolari di permesso di residenza nel Paese (cosidetta 'pink card'). In ogni caso, prima di programmare la partenza verso il Kazakhstan, si suggerisce di contattare  questa Ambasciata all'indirizzo email nursultan.consolare@esteri.it  oppure l'Ambasciata del Kazakhstan in Italia per eventuali ulteriori chiarimenti ed evitare il respingimento alla frontiera o all'imbarco aeroportuale. 

3. Il Ministero degli Interni kazako ha comunicato ufficialmente che non saranno comminate sanzioni amministrative agli stranieri cui sia scaduto il visto di soggiorno nel Paese durante il periodo di vigenza dello 'Stato di mergenza' o che durante quest'ultimo abbiano superato il periodo massimo di permanenza in Kazakhstan previsto dal regime di esenzione di visto di 30 giorni. A costoro sarà consentito di lasciare il Kazakhstabn entro il 10 luglio 2020 senza alcun tipo di ulteriore adempimento amministrativo. Inoltre agli straneri presenti in territorio kazako che intendano richiedere o rinnovare un visto di lavoro o per ricongiungimento familiare sara' consentito avviare le procedure direttamente presso i locali sportelli della polizia di immigrazione senza necessita' di lasciare il Paese.

Per maggiori informazioni sulle procedure e l'elenco della documentazione da presentare per le istanze di concessione o di rinnovo delle diverse tipologie di visto, e' possibile consultare le pagine ufficiali (in lingua russa) della polizia di immigrazione ai seguenti link:

https://www.facebook.com/1209844799045239/posts/3388222101207487/

https://polisia.kz/ru/mvd-dokumenty-s-istekshim-v-period-chp-srokom-dejstviya-dejstvitel-ny-do-10-iyulya/

4. A partıre dall'11 maggio 2020, con la conclusione dello 'Stato di Emergenza' introdotto lo scorso 15 marzo,  sono state riattivate gran parte delle attivita' economiche e riaperti molti esercizi commerciali in tutte le regioni del Kazakhstan, ad eccezione di quelle attivita' che non consentono un adeguato distanziamento sociale come - a titolo esemplificativo -  i centri commerciali, i ristoranti (che continuano ad operare in regime di consegna a domicilio) i bar, i pub e le discoteche. Per un elenco esaustivo delle attivita' economiche e sociali consentite e' possbile consultare la versione in lingua inglese della Risoluzione n. 36  adottata il 10 maggio 2020 dal Direttore dell'Istituto Sanitario Nazionale. 

5. A partire dall'11 maggio 2020 non e' pıu' richiesta l'esibizione di certificati medici per accedere agli aeroporti ed imbarcarsi sui voli interni e diretti all'estero. 

6. I viaggiatori provenienti dall'estero saranno tenuti a osservare un periodo di isolamento di 48 ore presso strutture ospedaliere specializzate, presso cui sottoporsi ad appositi esame clinici per escludere l'infezione da nuovo coronavirus. Successivamente, in caso di negativita' al COVID19, essi dovranno osservare un periodo di isolamento domicilare per i restanti 12 giorni.  İn caso di positivita' al COVID19 saranno invece ricoverati in apposite strutture ospedaliere. Sono esclusi da tale procedura alcune specifiche categorie di viaggiatori (equipaggi degli aerei, autotrasportatori, personale ferroviario, membri del corpo diplomatico e relativi familiari) per i quali si applicheranno le diverse procedure indicate dalla Risoluzione n. 36 del 10 maggio 2020 sopra indicata.  A partire dallo scorso 8 giugno 2020, i passeggeri che all'arrivo in Kazakhstan presentino un certificato medico rilasciato dalle autorita' sanitarie del Paese di provenienza negli ultimi 5 giorni e che attesti la negativita' al nuovo coronavirus saranno esentati dall'osservazione del periodo di quarantena obbligatoria.

 

 İNFORMAZIONI PRECEDENTI

A seguito dei primi casi ufficiali di positività al test per il Covid-19 in Kazakhstan, il Presidente della Repubblica del Kazakhstan ha emanato un Decreto valido dal 16/03/2020 per un mese sullo “stato di emergenza” (qui la versione in inglese del provvedimento).

CON L'EMANAZIONE DI UN SUCCESSIVO  DECRETO, IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DEL KAZAKHSTAN HA PROROGATO LO 'STATO DI EMERGENZA' FINO ALL' 11 MAGGIO 2020. CONSEGUENTEMENTE, TUTTE LE DISPOSIZIONI DI SEGUITO RIPORTATE DEVONO CONSIDERARSI ESTESE FINO ALLA DATA DELL'11 MAGGIO 2020,

 

Sulla base di tale decreto le frontiere del Paese saranno chiuse in ingresso ed uscita per tutti ad esclusione delle seguenti categorie:

- cittadini del Kazakhstan in rientro dall’estero;
- cittadini kazaki che si rechino all’estero per necessità di cure mediche, su presentazione di adeguata documentazione giustificativa;
- stranieri che si trovino in Kazakhstan e intendano fare rientro definitivo nel Paese d’origine;
- personale diplomatico e membri delle relative famiglie e membri di delegazioni ufficiali invitate dal Ministero degli Esteri della Repubblica del Kazakhstan
- membri di equipaggi aerei, ferroviari e marittimi
- personale in servizio presso punti di controllo frontaliero
- passeggeri di treni in transito sul territorio se già in viaggio prima delle ore 08:00 del 16 marzo 2020
- cittadini stranieri in possesso del permesso di residenza kazako
- cittadini stranieri che siano congiunti di cittadini kazaki (coniugi, genitori o figli)

Gli appartenenti alle sopra menzionate categorie, al loro arrivo in Kazakhstan saranno sottoposti a rgide misure di quarantena che comprendono, ad eccezione del personale diplomatico e dei membri di equipaggi,  l'isolamento presso strutture sanitarie specializzate fino a 48 ore con sottoposizone ad esami clinici; a seconda dei risultati dei test clinici, i viaggiatori, se positivi al COVD-19, saranno  essere sottoposti a trattamento sanitario presso strutture ospedaliere speciaiizzate, mentre in caso di esito negativo saranno sottoposti ad una quarantena domiciliare obbligatorai di 12 giorni. Per le restanti categorie sono previsti esami clinici e quarantena domicliare con monitoraggio costante da parte di personale sanitario. 

Per tutte le categorie  vige il divieto assoluto di fotografare o realizzare video di ambulanze, personale medico o strutture sanitarie. 

Si segnala inoltre che i posti di confine tra Kazakhstan e Federazione Russa sono stati chiusi in entrambe le direzioni con l’unica eccezioni dei casi emergenza sanitaria.

1. Avviso importante per cittadini italiani che si trovassero nel Paese con esenzione di visto per trenta giorni di soggiorno:

La polizia di immigrazione ha informato che ai sensi del Regolamento 148 del 21/01/2012, in caso di stato di emergenza che non renda possibile l’uscita dal paese entro i termini regolari di soggiorno, è possibile recarsi al più vicino posto di polizia per ottenere una proroga a fronte di una minima tassa amministrativa per l’istruzione della pratica. Si suggerisce a tutti i connazionali direcarsi alla polizia in prossimità della scadenza, possibilmente accompagnati da un interprete, per ottenere detta proroga ed evitare di trovarsi in una situazione di illegalità che potrebbe portare alla comminazione di multe e altre sanzioni amministrative. In caso di difficoltà poste dalle autorità di polizia si prega di segnalare i propri dati completi e il luogo dove si è presentata la domanda alla mail nursultan.consolare@esteri.it . Le Autorità hanno peraltro comunicato ufficialmente che nella situazione attuale non verranno comminate sanzioni amminsitrative per il superamento del periodo massimo di permanenza e che sarà consentita una proroga fino a 30 giorni.

2. Misure dı quarantena nelle cıtta' dı Nur-Sultan, Almaty, Shymkent, Atyrau, Karaganda, Aktau, Petropavlosk, Pavlodar (estese progressivamente a tutte le regioni del Paese)

Le città di Nur-Sultan, Almaty e  Shymkent   sono state sottoposte a misura quarantena dal 19/03/2020. Tutti gli accessi e le uscite stradali e ferroviarie sono state bloccate, se non per coloro che dovevano fare rientro alle proprie città di residenza e ai lavoratori provenienti dai sobborghi. Tutti i teatri, cinema e centri commefciali sono stati chiusi, ad eccezione di supermercati e farmacie e i ristoranti possono contiuare ad operare in regime di consegna a domicilio. Dal 22 marzo tutti i voli interni in partenza dalle due città sono stati sospesi e dal primo aprıle sono stati sospesi tutti i collegamenti aerei internazionali da entrambi gli aeroporti.

Inoltre dalle ore 00.00 del 30 marzo 2020  ed  (almeno) fino al 13 aprile sono previste misure particolarmente restrittive  della circolazione all'interno delle citta' e dell'esercizio delle attivita' economiche tra cui si segnalano: 

1. Limitazione dell'uscita dei cittadini da casa, ad eccezione delle necessita’ di acquistare il cibo, le medicine e di recarsi al lavoro per le attıvıta' consentıte;
2. Chiusura dei luoghi suscettibili di essere  affollati (parchi, piazze, strade pedonali, lungofiume, campi da gioco, ecc.);
3. Sospensione della circolazione del trasporto pubblico;
4. Divieto di riunirsi in gruppi di oltre tre persone (ad eccezione dei membri della famiglia) per strada e in altri luoghi pubblici;
5. Divieto di spostamento per i minori se non accompagnati.

E' inoltre disposta la chiusura di tutti gli esercizi commerciali e delle aziende di servizi e delle attivita' produttive, ad eccezione di specifiche categorie quali: supermercati e rivendite di generi alimentari; farmacie, stazioni di servizio, studi dentistici  e servizi pubblici di ristorazione che effettuano il servizio di consegna a domicilio. 

A partire dal 20 aprile 2020 e' stata disposta la progressiva  riattivazione di numerose  attivita' economiche nelle citta' di Nur-Sultan e Almaty sia pure con l'adozşone di adeguate misure di prevenzione  e sicurezza 

N.B.

A PARTIRE DAL 01.04.2020 E FINO A DATA DA DESTINARSI SONO TEMPORANEAMENTE SOSPESI TUTTI I VOLI INTERNAZIONALI DA E PER GLI AEROPORTI DI NURSULTAN, ALMATY  ED AKTAU.  AGGIORNAMENTI RELATIVI ALLA RIATTIVAZIONE DEI COLLEGAMENTI AEREI INTERNAZIONALI VERRANNO COMUNICATI ALLA SEGUENTE PAGINA DEL SITO DELL'AMBASCIATA. E' PREVISTA UNA PROGRESSIVA RIPRESA DEI VOLI INTERNI A PARTIRE DALL'1 MAGGIO 2020. (si suggerisce in ogni caso di consultare il sito www.airastana.com)  

Risultano invece ancora attivi alcuni collegamenti aerei internazionali da/per gli aeroporti di Atyrau e Uralsk operati dalla compagnia Aır Astana.

Per i connazionali che, per motivi di assoluta necessità ed urgenza dovessero fare rientro in Italia con un'opzione di volo dagli aeroporti di Almaty o Nur-Sultan successivamente alla riapertura del traffico aereo  e si trovassero al momento fuori da tali città, è necessario comunicare tutti i propri dati e dettagli sull'itinerario all'Ambasciata (alla mail nursultan.consolare@esteri.it) così da conestire la notifica per l'autorizzazione a superare i check point e raggiungere l'aeroporto.

3.  Informazioni utili     

IL NUMERO DI TELEFONO DI EMERGENZA IN KAZAKHSTAN DA CONTATTARE   İN CASO DI SOSPETTI SINTOMI RICONDUCIBILI AL COVID-19  E' IL 103

Le autorita' kazake hanno sviluppato un applicativo software  che consente la geolocalizzazione  in territorio kazako delle persone considerate 'a stretto contatto' dei casi confermati positivi nel Paese.  Si tratta di un documento da considerarsi  meramente indicativo e in costante aggiornamento consultabile qui   

 

Per aggiornamenti in lingua inglese e' inoltre possibile consultare il sito dell'agenzia stampa nazionale kazaka Kazınform  

 

B) SITUAZIONE IN KYRGYZSTAN (ultimo aggiornamento 28/08/2020)

LE AUTORITA' KIRGHISE HANNO COMUNICATO L'ENTRATA IN VIGORE DI UN PROVVEDIMENTO CHE  RIPRISTINA  LA POSSIBILITA' PER I CITTADINI 31 PAESI, TRA CUI L'ITALIA, DI FARE INGRESSO IN KIRGHIZISTAN  E SOGGIORNARVI  FINO AD UN MASSIMO DI 60 GIORNI SENZA NECESSITA' DI VISTO DI INGRESSO.  L'INGRESSO NEL PAESE NON E' SUBORDINATO ALLA SOTTOPOSIZIONE A  TEST SIEROLOGICI O TAMPONI DA PARTE DEI VIAGGIATORI NE' TANTOMENO SONO PREVISTI PERIODI DI QUARANTENA OBBLIGATORI PER I VIAGGIATORI CHE FANNO IL PROPRIO INGRESSO NEL PAESE. 

SOGGIORNI DI PIU' LUNGA DURATA SONO PREVISTI PER I CITTADINI ITALIANI MUNITI DI PERMESSO DI LAVORO O DI RESIDENZA, PER I FAMILIARI CONVIVENTI DI CITTADINI KIRGHISI RESIDENTI NEL PAESE E PER GLI STUDENTI REGOLARMENTE ISCRITTI PRESSO UNIVERSITA' KIRGHISE.  

NELLE ULTIME SETTIMANE  SONO  STATI RIATTIVATI ALCUNI COLLEGAMENTI AEREI  INTERNAZIONALI CON LA TURCHIA  

  

 

INFORMAZIONE PRECEDENTI

E' STATO PROROGATO FINO ALL'11 MAGGIO 2020 'LO STATO DI EMERGENZA' IN KYRGYZSTAN. CONSEGUENTEMENTE, TUTTE LE DISPOSIZIONI DI SEGUITO COMUNICATE DEVONO CONSIDERARSI ESTESE FINO A QUESTA DATA.


Al momento le frontiere del Paese, che ha dichiarato lo stato di emergenza, sono chiuse in entrata ed uscita ad eccezione di categorie prestabilite, quali stranieri che intendano abbandonare il Paese, cittadini kirghisi che intendano fare rientro in Patria, personale diplomatico, membri di equipaggi aerei.
E' stato comunicato dalle Autorità che in cosniderazione della situazione non saranno applicate temporaneamente sanzioni amministrative a chi dovesse sforare il periodo massimo di permanenza (60 giorni in esenzione di visto) in esenzione di visto.

A partire dalle ore 08.00 del 25 marzo e fino alle ore 08.00 del 15 aprile e' stato inoltre introdotto lo stato di emergenza nella citta' di Bishkek.  PEr effetto di quest'ultimo provvedimento vengono  disposte le seguenti principali misure restrittive:

- İntroduzione del coprifuoco  dalle ore 20.00 alle ore 07.00 con divieto assoluto di uscire dalle proprie abitazioni

- Divieto assoluto di ogni forma di assembramento pubblico

- İntroduzione di quarantene ed di altre misure sanitarie obbligatorıe considerate necessarie dalle autorıta' per il contenimento epidemiologico

- Restrizione alla circolazione dei veicoli privati ad eccezione di quelli muniti di targa diplomatica

- Espulsione dei non residenti nella citta' di Bishkek, inclusi i cittadini stranieri, che violino le norme di mantenimento dell'ordine pubblico adottate dalle autorita'

 Si suggerisce a tutti i connazionali di evitare spostamenti se non assolutamente urgenti e necessari ed attenersi scrupolosamente alle istruzioni delle autorità sanitarie locali in materia di prevenzione del contagio.

 

 

C) SITUAZIONE IN ITALIA E NEL MONDO

 

Si invitano i connazionali a consultare i seguenti link per rimanere costantemente aggiornati sulla situazione del nuovo Covid-19:

- focus informativo predisposto in collaborazione con la Farnesina e diffuso dal servizio “Viaggiare Sicuri” al seguente link:

http://www.viaggiaresicuri.it/docum…/FOCUS%20CORONAVIRUS.pdf

 

- focus informativo per i cittadini italiani in rientro dall'estero e per i cittadini stranieri soggiornanti in Italia

https://www.esteri.it/mae/it/ministero/normativaonline/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti/focus-cittadini-italiani-in-rientro-dall-estero-e-cittadini-stranieri-in-italia.html

 

- Al seguente link si condividono  tutti i consigli per i viaggiatori:

http://www.salute.gov.it/…/dettaglioContenutiNuovoCoronavir…

 

Ulteriori informazioni, aggiornamenti e suggerimenti su diversi aspetti legati all'emergenza sanitaria COVİD19 in Italia e nel resto del mondo possono essere reperiti consultando i seguenti siti web:

www.esteri.it

www.viaggiaresicuri.it  

www.salute.gov.it

www.iss.it 

www.protezionecivile.gov.it 

www.who.int 

 

- Per quanto riguarda le misure adottate dal governo kazako e da quello kirghiso nei confronti dei viaggiatori provenienti da Paesi che hanno registrato casi di Covid-19 (compresa l’Italia), si suggerisce inoltre di tenersi aggiornati costantemente sui mezzi di informazione locali e di consultare il sito dell’Ambasciata d’Italia e la pagina dedicata al Kazakhstan su “Viaggiare Sicuri”:
https://ambastana.esteri.it/…/covid-19-nuovo-coronavirus-mi…
http://www.viaggiaresicuri.it/country/KAZ

http://www.viaggiaresicuri.it/country/KGZ

 


591