Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

ATTENZIONE! – Nuove regole per l’ingresso nella Repubblica del Kazakhstan in connessione con l’epidemia di Covid-19.

Tutte le persone in ingresso nella Repubblica del Kazakhstan hanno l’obbligo di presentare al momento dell’attraversamento della frontiera un test PCR negativo (in lingua kazaka, russa o inglese) non più vecchio di 72 ore calcolate dal momento dell’emissione del referto. Sono esentati i membri delle delegazioni governative della Repubblica del Kazakhstan, degli equipaggi degli aeromobili, i minori fino a 5 anni (purché accompagnati da persona maggiorenne in possesso di test PCR negativo) e le persone in grado di dimostrare di aver svolto un intero ciclo vaccinale nella Repubblica del Kazakhstan.

ATTENZIONE! – A seguito della registrazione di casi di infezione da Coronavirus connessi ad una nuova variante del virus, le Autorità sanitarie kazake hanno introdotto – con efficacia a partire dal 3 dicembre 2021nuove e più stringenti misure profilattiche all’ingresso per tutti le persone provenienti da Paesi di cui al seguente elenco, o che vi hanno soggiornato negli ultimi 14 giorni:

ITALIA

– Australia

– Belgio

– Regno Unito

– Germania

– Egitto

– Israele

– Canada

– Paesi Bassi

– Repubblica ceca

Le suddette persone sono tenute a presentare al momento dell’attraversamento della frontiera un test PCR negativo non più vecchio di 72 ore calcolate dal momento del prelievo del campione, indipendentemente dal possesso di un certificato vaccinale riconosciuto dalla Repubblica del Kazakhstan.

Sono esentati dall’obbligo di presentare il test di negatività: 1) i minori fino a cinque anni, purché accompagnati da persona maggiorenne in possesso del suddetto test di negatività; 2) le delegazioni governative della Repubblica del Kazakhstan; 3) gli equipaggi degli aeromobili.

ATTENZIONE! – Tutte le suddette persone sono inoltre tenute in ogni caso a trascorre sette giorni in quarantena domiciliare obbligatoria, indipendentemente dal possesso di test di negatività e/o certificato vaccinale riconosciuto dalla Repubblica del Kazakhstan.